10 gennaio 2012 – PROTESTA PROGRAMMATA PER LUNEDI’ 16 GENNAIO 2012

Questa presidenza, ieri 09/01/2012, ha partecipato alla riunione presso il magazzino “C.M.G.” di Vittoria, promossa dal “Movimento dei forconi” e dall’organizzazione Autotrasportatori del Sig. Richichi.

In tale riunione, presenti alcune decine di produttori agricoli di Vittoria, il movimento “Altra Agricoltura” e con la presenza di produttori agricoli e non, di altri comuni e provincie più alcuni autotrasportatori, si é argomentato della grave crisi economica che ha investito tutta la “filiera agroalimentare” e i “Siciliani” in particolare, aggravata dalla “manovra economica” emanata dal Governo nazionale e dall’immobilismo del Governo regionale.

Le motivazioni di massima per la mobilitazione sono quelle su citate ma lo”sciopero”, da quello che ci é stato detto, non avrà un documento scritto, ne avrà un programma di richieste specifiche. Secondo gli organizzatori, prima si dovrà dare luogo ad una forte mobilitazione in tutta la Sicilia dopo, nella seconda fase, si potrà incominciare a trattare con le organi competenti.

Abbiamo mostrato le nostre perplessità, non per le motivazioni che condividiamo pienamente, ma per il modo e il sistema col quale si vuole affrontare la protesta.

Siamo convinti che una protesta cosi impostata non porterà nulla di buono nel nostro settore e tanto meno ai siciliani che vivono o sono impegnati in questo settore, anzi, reputiamo che è autolesionista e dannosa per la nostra economia e le migliaia di famiglie che già sono in affanno.

In ogni caso, pur rispettando il sacrosanto diritto alla protesta, purché fatta secondo legge e nel rispetto della libertà di pensiero, invitiamo le “Autorità” competenti ad attivarsi affinché il tutto sia fatto senza recare grave danno alla comunità.

Di seguito copia della comunicazione trasmessa con Prot. 04/10.01.12 A.C.O.V.{phocadownload view=file|id=47|target=b}